9 strategie per battere l'algoritmo di Facebook

Battere lalgoritmo di facebook

L’algoritmo di Facebook continua a complicare la vita dei brand, rendendo sempre più difficile ottenere risultati organici soddisfacenti.

Come minimizzare il problema? Andiamo a scoprirlo insieme!

 

9 modi per aggirare l’algoritmo di Facebook

 

1. Pubblicare unicamente contenuti di valore

L’attuale lotta alle fake news farà sì che la piattaforma offra agli utenti solo contenuti di valore, bloccando le notizie false.

Perciò, cerca di pubblicare contenuti informativi, educativi e divertenti che spingano gli utenti all’interazione!

 

2. Puntare sulla sfera privata: Gruppi e Messenger

Facebook sta dando priorità ai contenuti privati, in quanto gli utenti, più consapevoli dei rischi legati alla privacy, hanno iniziato a migrare verso la messaggistica istantanea e i gruppi.

Quindi, per raggiungere la tua buyer persona, crea un gruppo collegato alla pagina e punta su Messenger per la comunicazione one-to-one!

 

3. Fare attenzione all’orario di pubblicazione

Presta attenzione anche all’orario in cui posti!

Non esiste un momento standard, ma tutto dipende dalle abitudini della tua buyer persona: per scoprirle, studia bene le tue analytics e affidati all’A/B testing.

 

4. Puntare sui video

L’algoritmo, inoltre, darà sempre più priorità ai video, in quanto amplificano l’engagement più di qualsiasi altro contenuto, soprattutto Facebook Live, che dà vita a notifiche push per ciascun fan e crea un potenziale di visibilità altissimo!

 

5. Mirare ai commenti, anziché ai like

Ad essere premiati sono i post che facilitano l’interazione e ottengono più commenti, le cui best practice sono:

  • Il tag baiting: per invogliare gli utenti a taggare i loro amici nei commenti;
  • Il comment baiting: per spingere all’interazione.

Un classico esempio sono i contest e i giveaway, tipici meccanismi di gamification che prevedono gli user-generated content (UGC) e i reward.

 

6. Sviluppare la cosiddetta “Employee Advocacy”

Altra tecnica utile è quella di coinvolgere i tuoi colleghi, come se fossero dei micro-influencers.

Facebook sta dando priorità ai contenuti di amici e familiari: infatti, se i post della tua pagina vengono condivisi dai tuoi collaboratori, gli utenti hanno 16 volte più probabilità di visualizzarli!

 

7. Scegliere un’audience di nicchia per le ads

Cerca di restringere il tuo target in base ai suoi interessi o aree geografiche attraverso le ads, raggiungendo una buyer persona specifica e ottimizzata.

Gli annunci di Facebook, infatti, producono un ROI straordinariamente positivo per le aziende e dal 2020 sarà possibile personalizzarli per il singolo utente!

 

8. Ridurre i link esterni

I link rimangono indubbiamente importanti a livello di content marketing, ma l’algoritmo sta premiando i contenuti che non rimandano all’esterno, ossia i native post.

Dunque, cerca di pubblicare soprattutto foto e video!

 

9. Essere creativi

Infine, non dimenticare che i contenuti dovrebbero essere sempre originali e mai ripetitivi.

Sii creativo: per esempio, trasforma la citazione di un articolo in una grafica, o dei dati in un’infografica, o un blog post in un video, attraverso strumenti come Canva, Adobe Spark e Animoto!

 

Vuoi saperne di più su come attrarre la tua buyer persona tramite un approccio innovativo al digital marketing strategico, con un forte accento sulla produzione di contenuti di valore?

PRENOTA UNA  CONSULENZA GRATUITA

AIDA Marketing

Scritto da AIDA Marketing

Agenzia di marketing basata in Ticino e certificata HubSpot Gold Partner che si propone come partner per la crescita del vostro business. Come? Dandovi visibilità e credibilità grazie ad un approccio strategico al web marketing improntato alla produzione di contenuti di valore.